Siate premurosi nell'ospitalità

Tanti impegni, il servizio pastorale, i postumi del lockdown. E poi, spesso, ci si dimentica di curare l’interiorità. Un percorso formativo viene offerto dal settore Adulti dell’Azione cattolica di Padova durante i martedì di ottobre. Un’occasione utile per recuperare uno stile di vita laicale, unendo il Vangelo con la vita 

 

Sono arrivati alla quinta edizione i Martedì degli Adulti, gli incontri organizzati dall’Ac di Padova per creare un’occasione di riflessione sulla vita laicale. Per tutto il mese di ottobre, ogni martedì sera, si affronterà il tema dell’ospitalità e dell’accoglienza insieme a testimoni ed esperti, che offriranno informazioni e chiavi interpretative per comprendere un argomento complesso e spesso trattato solo superficialmente. 

È una proposta culturale e socio-politica, curata dalla commissione laicità del settore adulti e destinata ad adulti e giovani-adulti, nata dall’esigenza di recuperare il pilastro dell’interiorità, spesso dimenticato per i tanti impegni di servizio. «Esiste la necessità per gli adulti – raccontano gli organizzatori – di ritrovare un’unità di pensiero capace di superare la frammentazione e la contrapposizione, per individuare punti fermi su cui radicarsi». Ritagliarsi un momento, proprio all’inizio dell’anno associativo, per pensare, invece che per fare, aiuta a ricaricarsi e a ritrovare la forza di testimoniare, unendo il Vangelo con la vita. 

Mentre le scorse edizioni si sono occupate di giustizia e misericordia, fragilità, generatività, abitare, per quest’anno è stato scelto un tema particolarmente attuale, come spiegano i membri della commissione: «Sembra strano parlare di ospitalità in un momento in cui non ci si può toccare e bisogna stare distanziati, ma è il nostro impegno quotidiano quello di accogliere e ospitare le persone, anche trovando nuovi modi per farlo». 

Il titolo è Siate premurosi nell’ospitalità, dalla lettera di san Paolo ai romani, che oltre a definire l’argomento delle serate è vera e propria indicazione di stile di vita laicale. Il percorso è stato costruito per riuscire a entrare in profondità, partendo dalla relazione con l’altro, sia come singoli che come comunità (insieme a Francesca Simeoni, filosofa), analizzando i dati e i linguaggi legati all’immigrazione e alle nuove povertà, con un’attenzione particolare al tempo che stiamo vivendo (con la geografa Sara Bin e il sociologo Luigi Gui), discutendo di populismi e di politica (guidati da Matteo Truffelli), e infine arrivando al cuore della questione: come vivere questo stile da soci di Ac, quindi sia come cittadini che come cristiani (in dialogo con la giornalista Giuseppina Paterniti e il teologo moralista Giorgio Bozza). Al termine di ogni incontro, che si terrà in presenza in uno spazio adeguato ma anche in streaming sul canale youtube acpadova [https://www.youtube.com/user/acpadova] (dalle 20:30 alle 22:30), sarà proposto anche un esercizio di laicità: un atteggiamento o un’azione che ogni adulto può fare per mettere in pratica ciò di cui si è parlato. 

Info: www.acpadova.it; adulti@acpadova.it

Articoli correlati