Giovanni Grandi

Sei parole per immaginare il futuro / Famiglia

Il gusto (nuovo) della prossimità

 

Un tempo in cui abbiamo imparato a prenderci cura delle “relazioni corte”, attraverso l’esercizio quotidiano del far posto all’altro e del servizio all’altro. E uno spazio dove l’ordinarietà diventa il contesto più prezioso in cui crescere a maturare quelle buone pratiche e quella sapienza del fare, che sole possono consentirci di affrontare, senza capitolare, i tempi di straordinarietà